Tra i tanti nuovi strumenti di cui si parla sul web, ce n’è uno particolarmente funzionale che per l’agente immobiliare che vuole fare la differenza è ormai imprescindibile: sto parlando della landing page.

Se non sai di cosa si tratta ed è la prima volta che senti questo termine, non ti preoccupare.
In questo articolo voglio spiegarti cos’è, come funziona e quali sono gli aspetti che rendono una landing page immobiliare davvero efficace.

 

Cos’è una landing page

Landing Page, tradotto dall’inglese, significa pagina di atterraggio: lo scopo principale è quello di entrare in contatto con un gruppo specifico di utenti, quelli che possono essere interessati ad un servizio/prodotto offerto dalla nostra azienda. L’ambiente di atterraggio perciò è molto specifico, la comunicazione è studiata nei minimi dettagli e pone l’accento su un particolare che la rende molto diversa dal sito internet: ovvero la spinta a far eseguire un’azione.

La vera grande differenza rispetto al sito internet è proprio questa: la landing page non è generalista, non va bene per tutti.
Deve interessare, persuadere, bypassare obiezioni specifiche di un target altrettanto specifico e deve necessariamente spingere all’azione.

Come fai tu nelle trattative commerciali; studi chi hai di fronte, analizzi le sue insicurezze, i suoi desideri e usi queste informazioni per essere persuasivo, rassicurante, per bypassare le principali obiezioni, in poche parole per arrivare ad un risultato, prima che il potenziale cliente possa dire: “ci devo pensare un po’”.

La landing page ha proprio questo scopo, invita l’utente ad agire subito perciò deve essere facile da leggere, interessante e persuasiva.

Mi capita spesso di fare un paragone con due concetti base delle tecniche di vendita: domanda aperta e domanda chiusa. Immagina il sito internet come una domanda aperta mentre la landing page come una domanda chiusa. Sono riuscito a rendere l’idea?

UNA LANDING PAGE CHE FUNZIONA NON E’ PER FORZA UNA LANDING PAGE
BELLA MA E’ UNA PAGINA CHE SPINGE CHI LA LEGGE AD
ENTRARE IN CONTATTO CON LA TUA AGENZIA

Data la sua natura, lo strumento della landing page si presta in modo particolare ad essere utilizzato per trovare nuovi clienti, siano essi compratori o venditori. Nei paragrafi che seguono troverai tutti i miei consigli per creare una landing page che possa portare nuovi clienti alla tua agenzia.

 

I criteri che deve rispettare una landing che funziona

Come ti ho detto poco fa, una landing page che funziona deve rispettare dei parametri ben precisi per far sì che produca dei risultati concreti.

I 5 aspetti fondamentali da curare per una landing page immobiliare: 

  1. Strategia
  2. Above the fold
  3. Contenuto
  4. Form – CTA
  5. Testare

 

Prima di addentrarmi in questo argomento voglio specificare una cosa.
Per spiegare come costruire una landing page e tutti gli aspetti tecnici che deve rispettare, un semplice articolo di blog, per quanto completo, non può bastare.
Se vuoi approfondire l’argomento, ti consiglio il libro Landing Page EFFICACE di Luca Orlandini, molto semplice ed in grado di offrire una panoramica chiara.

 

1. Strategia – in base alle tue esigenze

Detto ciò, possiamo parlare della strategia che devi seguire per costruire la tua landing page.
Devi assolutamente tener presente che quello che fa la differenza in uno strumento come questo è proprio la strategia. Se alla base di tutto c’è una strategia studiata e coerente con i tuoi obiettivi tutto il resto viene di conseguenza.
O meglio, quando apprendi la logica che sta alla base della costruzione di una landing page, allora puoi approfondire i singoli aspetti tecnici.

Troppo spesso in questo ambito, ci si focalizza prima sugli aspetti tecnici e solo dopo, eventualmente, si approfondisce la strategia. In realtà il processo che si deve seguire è esattamente il contrario.

PRIMA LA STRATEGIA E SOLO DOPO GLI ASPETTI TECNICI

 

2. Above the fold

L’above the fold potremmo definirlo il “biglietto da visita” della tua landing page. Sostanzialmente, è il primo elemento che viene visto dall’utente e che genera la prima impressione. Diciamo che è la parte superiore della schermata.
Capirai benissimo che questo è un aspetto molto importante al quale bisogna prestare massima attenzione.

Tutti i pubblicitari ed esperti di settore sono d’accordo su una cosa: l’above the fold è la parte più importante di una landing page.

La caratteristica principale che deve avere questa “sezione” è di saper catturare l’attenzione in pochi secondi. Significa che l’utente alla prima occhiata esclamerà “questa pagina è proprio per me!”.

Per questo, uno dei consigli che voglio darti è cercare di immedesimarti nel tuo cliente ideale (quello che dovrebbe leggere la tua pagina) e capire quali possono essere i suoi pensieri relativi al servizio che offri.

CERCA DI INSERIRE L’INTERESSE PERSONALE.
FAI CHE IL TITOLO SUGGERISCA AL LETTORE CHE C’E’ QUALCOSA
DI CUI LUI HA BISOGNO.

 

 

Immagini, video o testo?

Ti starai chiedendo cosa sia meglio utilizzare per creare un “above the fold” accattivante. In realtà non esiste una regola universale che indichi cosa sia meglio.
In generale posso dirti che il video desta più interesse delle fotografie e dei testi ma ciò non significa per forza che utilizzare un video sia sempre meglio.
Ti garantisco che anche un testo, affiancato ad immagini adeguate può funzionare benissimo e catturare l’attenzione dell’utente.

L’importante è che la comunicazione sia il più possibile chiara e precisa. Solo in questo modo, l’utente che “atterrerà” sulla tua pagina verrà spinto a continuare a leggere e a contattarti.

 

3. Contenuto

Dopo aver curato la parte iniziale della tua landing page, si può passare alla parte centrale. Quella che per comodità potremmo chiamare parte di “contenuto”.
In questa sezione devi sostanzialmente spiegare i motivi per cui un cliente dovrebbe rivolgersi a te piuttosto che alla concorrenza; perché tu sei particolarmente adatto al suo bisogno e qual è il motivo per cui chi sta leggendo dovrebbe contattarti subito.
Oltre a questo, puoi inserire testimonianze di tuoi clienti soddisfatti che grazie a te hanno risolto un problema specifico e che si sono trovati bene.

Gli approcci a questa sezione possono essere diversi. C’è chi crede che si debba cercare di creare la maggior mole di contenuto possibile e chi crede invece che sia meglio ridurre all’osso le comunicazioni da somministrare all’utente. Anche in questo caso, non esiste una regola aurea.
Devi tenere ben a mente una cosa: non esiste un contenuto troppo lungo o troppo breve; esiste il contenuto interessante e quello non interessante.

Per cui, se hai comunicazioni interessanti da dare al tuo cliente che possano aiutarlo a spingersi a contattarti per lavorare con te, non farti problemi sulla lunghezza del contenuto che proponi.
L’importante è dire solo cose che possano effettivamente interessare il tuo potenziale cliente. Cercare di essere il meno superfluo possibile.

SEMPLICITÀ E CONCRETEZZA DEVONO ESSERE I CAPISALDI NELLA
COSTRUZIONE DELLA TUA LANDING PAGE IMMOBILIARE

 

4. Form e CTA

Due elementi che non possono assolutamente mancare in una landing page sono il form e la CTA. Il form è l’elemento essenziale che il tuo potenziale cliente può compilare per contattarti o comunque per chiedere di essere ricontattato. La CTA (Call to action) è, sostanzialmente, la frase chiara e diretta che deve spingere la persona che sta leggendo ad agire.

Entrambi questi elementi possono essere proposti più volte all’interno della pagina perché il cliente deve essere messo sempre nella condizione di poter agire nel modo più semplice possibile.
Quindi, per esempio, anche nella parte iniziale della tua landing page può trovare spazio la CTA per contattarti subito.

esempi CTA

Cerchiati in blu, tre esempi di CTA.

 

 

I diversi tipi di landing page immobiliare 

Nel settore immobiliare ci sono diversi tipi di landing page che possono essere utilizzati. Tra i tanti tipi che abbiamo creato per i nostri clienti, ne abbiamo individuati alcuni che possono essere utilizzati subito anche da te per la tua agenzia.
I tipi di landing page si differenziano per lo scopo per cui nascono: acquisire nuovi clienti venditori, acquisire nuovi clienti acquirenti oppure cercare nuovi collaboratori.

 

Recruiting

Il primo tipo di landing page che voglio analizzare è quello che riguarda il recruiting immobiliare. Se non sai bene di cosa sto parlando o se vuoi approfondire l’argomento ti consiglio di leggere questo articolo scritto da Luca Faccincani (Il nostro esperto di digital marketing che ha sviluppato un metodo efficace per questo scopo).

Perché dovresti aver bisogno di questo tipo di pagina? Semplice! Uno degli asset più importanti di molte agenzie (non di tutte) è la ricerca di nuovi agenti immobiliari. Soprattutto per alcune note insegne, la ricerca di nuovi agenti è fondamentale.

Come sai, i social network sono un importante catalizzatore che può essere molto d’aiuto in questa attività. Talvolta però da soli non bastano. A seconda del livello di complessità della tua offerta di lavoro, del profilo che stai cercando e l’organizzazione che rappresenti, avere una pagina di atterraggio può essere più o meno importante per convincere il tuo potenziale candidato che il lavoro che stai offrendo fa proprio per lui.

Come abbiamo detto, una landing page stimola il tuo potenziale target ad agire subito. Questa importante caratteristica è fondamentale, perchè talvolta ti permette di risparmiare molto del tuo budget pubblicitario: a parità di utenti colpiti dalle tue inserzioni, avrai la possibilità di convincere più persone a lasciare il contatto.

Noi di immobiliare-social conosciamo molto bene la necessità di rendere sostenibili le spese pubblicitarie all’interno del marketing-mix di un’agenzia immobiliare. Perciò in alcuni casi sosteniamo l’importanza di una landing page interamente dedicata a questa attività. La riteniamo una scelta strategica in grado di razionalizzare i costi delle inserzioni finalizzate al recruiting.

Da tempo qui in immobiliare-social lo sosteniamo, anche il recruiting è un’operazione di marketing a tutti gli effetti e perciò deve essere condotta con gli strumenti del marketing. Puoi approfondire questo argomento qui.

 

Acquisizione clienti venditori

Credo che questo tipo di landing page, insieme a quella studiata per il recruiting sia quello più interessante perché trovare nuovi clienti venditori per le agenzie immobiliari sta diventando sempre più difficile.

In questo genere di landing page devi far saltare all’occhio diverse caratteristiche della tua agenzia e dei servizi che offre.
Quello che devi essere in grado di far risaltare all’interno della tua landing page quindi, sono gli aspetti del tuo servizio che ti differenziano sensibilmente dalla tua concorrenza.

Sei in grado di offrire un servizio su un particolare tipo di immobili? Per esempio: ville, immobili commerciali oppure appartamenti da ristrutturare.

Crea una landing page che comunichi a chi vuole vendere un immobile che presenta queste particolari caratteristiche per quale motivo tu sei adatto più delle altre agenzie ad occuparti della vendita.
In questo caso può essere molto utile anche utilizzare testimonianze di clienti che si sono già serviti del tuo servizio cercando di evidenziare quali sono i problemi che sei stato in grado di risolvere nei casi specifici.

Per spingere il potenziale cliente a contattarti, in cambio dei suoi recapiti, potresti offrire qualcosa che possa essergli utile. Invece che offrire una valutazione gratuita (ormai inflazionata nel settore immobiliare) puoi offrire una guida che aiuti le persone a rendere più appetibile l’immobile da vendere e che potrai portare direttamente al cliente solo in cambio dei suoi contatti.
In questo modo avrai conseguito l’obiettivo di avere il contatto di un cliente che vuole vendere il proprio immobile e da lì in avanti potrai proseguire con il tuo lavoro.

CATTURA L’ATTENZIONE —> DAI QUALCOSA IN CAMBIO —> TRASFORMA L’UTENTE IN CONTATTO

Questo è il percorso ideale che devi seguire.

 

Acquisizione di potenziali acquirenti

Sarò sincero; probabilmente questo genere di landing page immobiliare è quello più difficile da creare.
Una landing page per vendere un immobile specifico non è sempre la strategia migliore da attuare. Ci sono alcuni casi infatti, nei quali questo strumento può risultare inefficace.
Alcuni casi in cui invece è consigliabile utilizzare una landing page per trovare acquirenti possono essere:

– Immobili di pregio

– Immobili in costruzione/cantieri

– Immobili che presentano caratteristiche particolari e che si possono prestare a diversi usi

In una landing page che ha come obiettivo attirare potenziali acquirenti per un specifico immobile bisogna cercare di far risaltare tutti gli aspetti particolarmente rilevanti che possono appunto interessare gli acquirenti.

Il consiglio che voglio darti è di non concentrarti esclusivamente sull’estetica della casa ma anche sulle prospettive che l’immobile offre. Cerca di far percepire il tipo di beneficio che può portare l’acquisto di quell’immobile e sicuramente riuscirai a scatenare la curiosità dei potenziali clienti.
Un “trucco” che puoi utilizzare per raccogliere maggiori contatti è quello di rendere disponibili alcuni contenuti solo a chi lascia i propri recapiti.
In questo modo scremerai i “curiosi” e sarai in grado di selezionare molto meglio i potenziali acquirenti ai quali, nel caso l’immobile in oggetto non piaccia, potrai proporre altri immobili.

 

5. Testare

Nel marketing, prima delle altre, va rispettata la regola del test. Ogni attività va sperimentata e testata. Come per gli altri strumenti, anche nel caso della landing page ti invito a testare diverse soluzioni perchè solo i numeri potranno confermare o meno la bontà di uno strumento come questo. Probabilmente prima di trovare la chiave comunicativa adeguata dovrai provare diversi “stili” di landing page ma, se terrai sotto controllo i numeri e continuerai a testare le diverse soluzioni, riuscirai sicuramente a creare una landing che funziona e converte il traffico in clienti.

 

Conclusione

La landing page è un ottimo strumento per la tua agenzia immobiliare ma per essere efficace deve essere costruita in modo adeguato e far parte di una strategia ben definita.
Non esiste nessun strumento specifico in grado di consegnarti il successo nel tuo lavoro. Esistono strumenti migliori di altri ma nessuno, preso singolarmente, è in assoluto essenziale per un’agenzia immobiliare.

Quello che invece non può mancare ad un agente immobiliare nel 2019 è una chiara strategia di marketing che sia in grado di generare contatti e quindi vendite in modo programmato.
Ogni attività di comunicazione e marketing deve essere guidata dai tuoi obiettivi. Solo in questo modo la tua agenzia potrà crescere e rendere il lavoro dell’agente immobiliare stabile e redditizio.

Hai ancora dubbi su come creare una landing page immobiliare per la tua agenzia? Scrivici.

Oppure approfondisci l’argomento con una dei più autorevoli contributi sul tema: